Il punto pavone

Il punto pavone è un punto a maglia molto grazioso, che può essere usato per realizzare scialli, cappelli, maglioni, ecc. La lavorazione è piuttosto semplice ma in grado di creare un interessante effetto ondulato che dà movimento al punto e lo rende perfetto per tante creazioni. 

Come lavorare il punto pavone

Già dal nome, probabilmente, si capisce che il punto pavone non passa inosservato: il motivo della lavorazione si apre a ventaglio e sembra ricordare proprio la forma di una coda di pavone. 

Il punto pavone va lavorato ripetendo un motivo costruito su quattro ferri e su un numero di maglie multiplo di 18. Nel primo ferro vanno lavorate per 3 volte due maglie insieme a rovescio, poi vanno alternati per 6 volte un gettato e un diritto e infine vanno lavorate ancora per 3 volte due maglie insieme a rovescio. Il secondo ferro va lavorato tutto a rovescio, il terzo a diritto, il quarto a rovescio e, dal quinto ferro, si riprende a lavorare come dal primo. 

Per lavorare due maglie insieme a rovescio, anziché entrare con il ferro di destra nella prima maglia presente su quello di sinistra, si entra nelle prime due e si lavora un rovescio semplice.

Fonte: Brelbeest -Flickr-com
Il punto pavone va quindi lavorato su un numero di maglie multiplo di 18 seguendo lo schema:

  • 1° ferro: 2 maglie insieme a rovescio per 3 volte, 1 gettato e 1 diritto per 6 volte, 2 maglie insieme a rovescio per 3 volte
  • 2° ferro: rovescio
  • 3° ferro: diritto
  • 4° ferro: rovescio